Flauti Traverso

I flauti traverso sono strumenti musicali aerofoni appartenenti alla famiglia dei legni, caratterizzati dal fatto di essere suonati appunto di traverso, peculiarità che li distingue da tutti gli altri legni e da cui deriva il loro nome.

Il flauto traverso deriva da uno strumento più antico chiamato traversa, che dal medioevo al rinascimento si mantenne sostanzialmente uguale; è nel corso del periodo barocco e classico della storia musicale che la progressiva evoluzione della traversa porterà gradualmente ai flauti traverso che conosciamo oggi: dapprima con la divisione dello strumento in tre pezzi, poi con la modifica della forma e del numero di chiavi, applicata dal tedesco Theobald Boehm.

Nella forma odierna, i flauti traverso sono realizzati in legno o in metallo, con modelli di flauto traverso in argento, oro e platino che raggiungono le massime possibilità espressive di questo strumento; noti per il loro suono limpido e dolce, i flauti traverso sono stati sempre molto apprezzati nella musica classica (e non solo), con un vasto repertorio sia d'insieme che solistico.

I flauti traverso possono coprire diverse estensioni: avremo quindi il flauto soprano o flauto alto, quello contralto, quello basso e quello contrabbasso, a seconda delle esigenze timbriche richieste nell'orchestra, a varie fasce di prezzo e in modelli di flauto traverso economici a seconda delle esigenze.