0

Basso elettrico: la guida Dampi

Il basso elettrico è uno strumento con una storia e un ruolo meno appariscenti rispetto a quelli della cugina chitarra elettrica: eppure, il suo contributo in un gruppo è fondamentale, grazie alla sua capacità di sostenere armonicamente gli altri strumenti e di regalare bassi corposi e profondi. Senza il basso elettrico, il sound di qualunque esecuzione risulterebbe estremamente impoverito, svuotato e molto meno convincente. Senza contare che il basso elettrico può regalare slanci inaspettati.

Il basso elettrico è uno strumento a corde elettrificato, del tutto simile alla chitarra elettrica ma di dimensioni maggiori e dotato di un numero diverso di corde. Anche il basso elettrico presenta un corpo solidbody, ovvero composto da un blocco unico privo di cassa armonica, e un sistema di pick up magnetici che rilevano le vibrazioni delle corde e le tramutano in impulso elettrico. Il segnale viene poi convertito in suono e amplificato da degli appositi amplificatori.

Il basso elettrico produce suoni più gravi e profondi rispetto alle chitarre elettriche. Questa caratteristica lo rende perfetto per ruoli di accompagnamento e di sostegno armonico agli altri strumenti del gruppo, un ruolo essenziale in qualunque formazione musicale matura. Ma non solo: i giri di basso sono un elemento centrale in molti celeberrimi brani, da Come Together dei Beatles a Money dei Pink Floyd, solo per citare due tra i più famosi.

Tipi di basso elettrico

La maggior parte dei bassi elettrici appartiene a una delle due tipologie principali, che si differenziano per il numero di corde montate: i bassi elettrici a 4 corde e quelli a 5 corde. Vediamo nel dettaglio queste due macro categorie, per poi approfondire i tipi di basso più particolari.

Basso elettrico 4 corde

Il basso elettrico 4 corde rappresenta l’analogo amplificato del contrabbasso, di cui monta lo stesso numero di corde, normalmente accordate sulle note Sol, Re, La, Mi. Il basso elettrico 4 corde è il modello più facile da suonare: il numero limitato di corde rende più facile coordinarsi e controllarle, agevola le mani più piccole e i principianti, e ha di solito anche un peso inferiore rispetto ai modelli a 5 corde. Il rovescio della medaglia di questi vantaggi è che i bassi elettrici 4 corde hanno possibilità espressive più limitate, date proprio dall’assenza di una corda.

 

Nella foto, un Fender JAZZ BASS AMERICAN PRO MN a quattro corde

 

Basso elettrico 5 corde

Il basso elettrico 5 corde si affaccia sul mercato sul finire degli anni Ottanta del secolo scorso, imponendosi presto come uno standard di riferimento per quei bassisti che, armati di una tecnica più avanzata, desideravano ampliare le proprie possibilità espressive. I bassi elettrici a 5 corde sono infatti più complessi da suonare di quelli a 4 corde, ma garantiscono uno spettro sonoro più ampio e più ricco. Normalmente, le 5 corde sono accordate in Sol, Re, La, Mi e Si.

 

Un esempio di basso elettrico a 5 corde: un SRFF805-BKS WORKSHOP MULTISCALE della Ibanez

 

In commercio sono sempre più diffusi modelli di bassi a 10 o addirittura 12 corde, accordati in modo tale che ogni corda doppia intoni un’ottava superiore rispetto alla vicina. Questi bassi elettrici regalano sonorità estremamente piene e ricche, anche se richiedono una certa abilità per essere padroneggiati.

Basso elettrico Fretless

Come per le chitarre acustiche ed elettriche, anche alcuni bassi elettrici sono disponibili in modelli fretless, ovvero sprovvisti di tasti. I bassi elettrici fretless sono ovviamente più difficili da suonare dei modelli standard, perché l’assenza delle traversine metalliche che individuano le zone della tastiera rende complesso premere la corda all’altezza giusta: chi suona i bassi fretless deve quindi aver sviluppato una particolare sensibilità, che gli permetta di suonare “alla cieca”.

 

Un fretless della Squier

 

Basso elettrico mancino

Per venire incontro alle esigenze dei musicisti mancini, sempre più case costruttrici producono bassi elettrici mancini, anche detti lefty, che in sostanza rappresentano versioni perfettamente speculari rispetto ai modelli standard per musicisti destri. I bassi elettrici mancini devono essere suonati al contrario: la mano destra sul manico e la sinistra a diteggiare.

 

Un esempio di basso elettrico mancino: il SR300EBL-WK della Ibanez

 

È opportuno sottolineare che un mancino non deve per forza acquistare un modello lefty per suonare il basso elettrico: anzi, la maggior parte dei bassisti mancini suona modelli standard e si adatta perfettamente a suonare con la mano destra a diteggiare e la sinistra sul manico, esattamente come suonano i musicisti destri.

Basso elettrico marche

Nonostante sia meno conosciuto della chitarra elettrica, il basso elettrico è uno strumento molto diffuso e popolare, e sono numerosi i marchi, anche blasonati, che costruiscono modelli di basso sia per principianti che per professionisti navigati. In questo paragrafo approfondiamo alcuni dei marchi principali, con alcuni consigli di acquisto firmati Daminelli:

Basso elettrico Eko

La Eko è un costruttore italiano noto per la produzione di chitarre e bassi entry level, con un buon livello qualitativo a prezzi veramente invidiabili. Per questo motivo, i bassi Eko sono gli strumenti ideali per i principianti che si approcciano per la prima volta a questo strumento. Se cerchi un basso elettrico con cui iniziare, ti consigliamo proprio uno dei modelli della serie Starter della Eko.

 

 

Basso elettrico Epiphone

Il marchio di proprietà della Gibson Corporation è noto per la produzione di strumenti a prezzi economici, che spesso ripropongono in piccolo il design e le caratteristiche dei modelli leggendari. I bassi elettrici Epiphone sono adatti a musicisti principianti o di fascia intermedia e offrono buone caratteristiche qualitative ed ottima resistenza. Tra le nostre proposte ti consigliamo il basso TOBY® DELUXE IV TRANS AMBER, un modello progettato da Michael Tobias con sonorità equilibrate e ottima suonabilità. Prezzo intorno ai € 200.

 

 

Basso elettrico Cort

La Cort produce modelli di basso di fascia intermedia e di fascia alta, caratterizzati prevalentemente da un design natural che mette in risalto le ventature naturali dei legni utilizzati nel body. Tra i bassi elettrici Cort ti proponiamo un modello di fascia media a 4 corde, l’ACTION BASS DLX AS OPN, un basso potente con corpo in frassino, tastiera in palissandro e manico in acero. I due pick up soap bar rendono questo strumento ideale per il fingerpicking. Prezzo: intorno ai € 350.

 

 

Basso elettrico Ibanez

La Ibanez è uno dei costruttori di bassi più prolifici, e nel tempo ha creato numerose serie e modelli. La produzione di questo marchio spazia dai modelli economici per principianti agli strumenti di fascia alta, proponendo nel mezzo numerose alternative per i bassisti intermedi. Clicca qui se vuoi vedere tutti i bassi Ibanez presenti su Dampi, mentre se cerchi dei consigli specifici ti proponiamo un modello a 4 corde: il SR370E-AWB, che spicca per il suo bel colore aged whiskey. Manico e tastiera in palissandro, corpo in acero, pickup PowerSpan Dual Coil, questo basso elettrico ha un suono versatile con buona risposta e ottima dinamica, ideale per chi gioca con le sfumature sonore. Prezzo intorno ai € 350-400.

 

 

Basso elettrico Fender

Nel campo delle chitarre e dei bassi elettrici, la Fender è uno dei marchi più blasonati del mondo e si affaccia sul mercato con modelli di alta fascia, adatti a chi cerca qualcosa di veramente speciale. Su Dampi ti proponiamo una selezione piuttosto corposa di bassi elettrici Fender di elevata qualità, quelli che secondo il nostro punto di vista incarnano le migliori caratteristiche della firma americana. Un esempio su tutti è il basso JAZZ BASS STANDARD RW, un modello leggendario che può vantare una storia di prestigio. Questo strumento a 4 corde si è sempre distinto per il suono ricco e versatile che ha fatto la gioia di professionisti di ogni tipo. Prezzo intorno ai € 800-850.

 

 

Restiamo sui Jazz Bass anche per la nostra proposta a 5 corde: il JAZZ BASS V STANDARD RW, caratterizzato dalle stesse qualità sonore del modello appena visto. Prezzo intorno ai € 900-950.

 

 

Basso elettrico Gibson

Anche la Gibson è uno dei marchi più prestigiosi del settore. Di questa firma ti proponiamo un basso elettrico di alta fascia, un NEW EB BASS® 4 T 2017 con gradevole burst satin vintage. Questo modello reinterpreta la serie EB Bass mantenendone i pick up humbucker dal suono corposo e potente, e monta meccaniche Grover di alta qualità. Si contraddistingue anche per l’ergonomia e la confortevole suonabilità. Prezzo intorno ai € 750-800.

 

 

Basso elettrico prezzi

Il range di prezzo dei bassi elettrici è vastissimo: si può andare infatti dai bassi economici, disponibili a poco più di € 100, ai modelli più blasonati che possono raggiungere e superare le migliaia di euro. I prezzi dipendono da molti fattori come i legni e i materiali impiegati, il pregio del costruttore, la destinazione d’uso amatoriale o professionale. Nei bassi elettrici di liuteria, poi, i prezzi salgono ulteriormente.

Basso elettrico economico

Se stai cercando un basso elettrico economico, su Dampi possiamo proporti un’ampia scelta di bassi con prezzi al di sotto dei € 200. Abbiamo già parlato della serie starter della Eko, che include peraltro tantissimi modelli di basso elettrico per bambini, quindi ti proponiamo un modello diverso dagli altri, un bel basso elettrico fretless della Stagg. Il modello proposto si distingue per l’eccellente rapporto qualità-prezzo e l’ottima suonabilità.

 

 

Basso elettrico usato

Comprare un basso elettrico usato è spesso un ottimo metodo per accaparrarsi strumenti di valore a prezzi abbordabili. Naturalmente, bisogna stare attenti a ciò che si acquista ed evitare modelli eccessivamente usurati oppure occasioni a prezzi smaccatamente bassi, che spesso nascondono vere e proprie fregature.

Su Dampi abbiamo un’intera sezione dedicata all’usato, in cui pubblichiamo periodicamente le occasioni che rimettiamo a nuovo e vendiamo in promozione. Se cerchi un basso elettrico usato, prova a farci un giro di quando in quando per vedere se c’è qualcosa adatto a te: la qualità è garantita dai migliori tecnici Daminelli!

 

Vuoi altre informazioni o suggerimenti? Hai dubbi o curiosità? Scrivici un commento e risponderemo a tutte le tue domande. Alla prossima!

 

 

scrivi un commento