0

Come iniziare a suonare l'armonica a bocca

Alcune importanti indicazioni

La musica è in grado di regalare forti emozioni e l'approccio con un qualsiasi strumento offre sensazioni ancora più intense e profonde. Uno strumento particolare su cui ci piacerebbe focalizzare l’attenzione è l���armonica a bocca. A differenza di un pensiero diffuso, non è affatto facile confrontarsi con uno strumento a fiato come l'armonica.

Ecco i consigli che vorremmo darti per facilitare l'approccio musicale e tecnico con l'armonica a bocca. Solitamente questo piccolo strumento ha dieci fori da cui si emette il suono.

Come primo consiglio esercitati con questi semplici e pratici esercizi: metti l'armonica sulle tue labbra e stringile come se dovessi emettere un fischio. Questa tecnica in inglese viene definita whistle, la più facile per iniziare a suonare l'armonica a bocca. Come secondo passaggio dovrai soffiare nel primo buco sforzandoti di emettere un suono pulito e chiaro, evitando di far vibrare le ance degli altri fori. Come terza fase dovrai inspirare, cercando di non farlo con troppa energia per non produrre suoni distorti e non intonati. Cerca soprattutto di suonare un foro alla volta, senza aver fretta di fare accordi più complessi.

Se sei stato capace di emettere un suono da ciascuno dei singoli fori ora possiamo affrontare la fase successiva: quella di affrontare una canzone. Iniziamo con il più classico degli accordi, ovvero il Do (quarto foro) e dopo che avrai soffiato e inspirato passa al buco successivo. In questo modo avrai eseguito la progressione Do, Re e Mi.

Per iniziare a suonare l'armonica a bocca devi trovare il metodo giusto per la respirazione. Parti dal presupposto tecnico che questo è l'unico, tra gli strumenti a fiato, in cui sono necessarie le pause per inspirare. Per essere in grado di armonizzare più note alla volta, ti sarà utile suonare accordi soffiando in due o tre buchi contemporaneamente. Sarà quindi importante avere un migliore controllo sulla tua bocca e sul fiato. Un’altra tappa è quella di poter passare con tranquillità dalle note singole agli accordi. Quando saprai fare questo passaggio il tuo modo di suonare subirà un grande passo in avanti. Arrivato a questa fase puoi decidere se continuare da solo oppure consultare testi specifici per lo studio dell'armonica o affidarti a lezioni private.

Un elemento da affrontare è quello del fraseggio, che prevede una costante alternanza tra l'inspirazione e il soffio. Questa tecnica la puoi comprendere con il salto dei fori, che ti permette suoni brillanti e frasi musicali più complesse. Il passo successivo per raggiungere una sufficiente padronanza dello strumento, è quello di impugnare correttamente l’armonica. Le tue mani dovranno formare una forma simile alla coppa. Devi posizionare il palmo della tua mano destra sotto il pollice di quella sinistra: questa posizione crea una sorta di cassa armonica che può migliorare il suono e la timbrica del tuo strumento.

Quando avrai provato questo importante passaggio, sarà il caso di imparare come tappare correttamente i fori con l'ausilio della lingua. Con questa tecnica puoi semplicemente cambiare le singole note in gradevoli accordi. Devi usare la punta della lingua per impedire ad alcune note di suonare e subito dopo toglierla per farle risuonare. Per raggiungere un minimo di elasticità dovrai esercitarti con pazienza.

Superato questo "ostacolo" sarai pronto per un uso disinvolto di questo strumento.

Clicca QUI per scoprire la vasta gamma di armoniche a bocca, e lasciati ispirare da questo piccolo meraviglioso e coinvolgente strumento. 

scrivi un commento