0

Sintetizzatore analogico

Chi ama la musica in tutte le sue espressioni è certamente affascinato da quella particolare elaborazione del suono che solo un buon sintetizzatore analogico è in grado di offrire.

Il sintetizzatore analogico è il precursore di tutti i sintetizzatori creati sinora e nonostante vi siano dispositivi più potenti e innovativi, resta ancora il prediletto. Sarà merito di un particolare attaccamento alle tradizioni musicali vecchio stampo? Forse in parte, ma la verità è che producendo un suono talmente melodico e ammaliante è difficile lasciare il testimone all'elettronica.

Il segnale sonoro, scaturito dai componenti analogici, si rivela perfetto tanto nella musica dance quanto nella new age. Ecco perché i musicisti di tutte le età si affidano ancora oggi al sintetizzatore analogico. Possono essere di tipo modulare, semi-modulare e normalizzati. Quelli modulari vi permettono di condurre il suono con un affascinante viaggio attraverso i moduli: potrete scegliere quanto, come e quando amplificare, rielaborare o filtrare un dato suono. Tutto attraverso semplici cavi jack che tengono uniti i moduli.

Se siete alle prime armi, niente paura! Il vostro miglior alleato sarà il sintetizzatore analogico normalizzato, con il quale potrete scegliere il suono che vi occorre, ma facendolo in base a percorsi prestabiliti nel dispositivo, tramite manopole e interruttori appositi.

Ci sarà sicuramente fra voi qualche musicista che si starà chiedendo: e se volessi avere entrambe le opzioni? La domanda è più che lecita e la risposta è presto data. Vi sono infatti gli amplificatori semi-modulari che rappresentano il perfetto compromesso. La giusta combinazione tra normalizzazione prestabilita dalla casa produttrice e possibilità di modulare a piacere il suono: un mix davvero particolare che accontenta tutti.

Una delle componenti che vi deve guidare nella scelta del giusto sintetizzatore analogico è il VCO, ossia l'oscillatore controllato in tensione. Sembra un parolone ma in realtà è un semplice generatore di corrente con frequenze prestabilite. Il tipo di tensione interna di ogni modello, determinerà un differente suono e variazioni acustiche. Le onde acustiche a loro volta sono proprio generate dai VCO e potranno essere sinusoidali, quadre, a dente di sega e triangolari. Molto importanti anche i VFC: filtri capaci di attenuare i suoni. E i VCA: degli amplificatori del segnale sonoro comandati da un cosiddetto generatore d'inviluppo.

Alcuni sintetizzatori analogici producono suoni davvero stupefacenti senza per questo essere troppo complessi nella struttura tecnologica, insomma molto facili da usare. Altri, per i più preparati si presentano con caratteristiche modulari più articolate e decisamente sofisticate.

Il sintetizzatore analogico ha prezzi davvero variabili, è uno di quei dispositivi musicali che accontenta tutti, sia rispetto alle possibilità economiche sia alle caratteristiche tecniche. E’ chiaro che, come per qualunque altra cosa, più salite di prezzo, più avrete un prodotto ottimale.

Ti consigliamo di navigare attraverso le sezioni del nostro sito per ammirare i prodotti da te desiderati!

scrivi un commento