Pick up per chitarra: caratteristiche e tipologie

Piccoli ma essenziali, i pick up rappresentano il cuore pulsante di ogni chitarra elettrica: sono infatti la componente deputata a convertire le vibrazioni delle corde in impulso elettrico, generando il suono che caratterizza in modo unico ogni strumento. Quanti tipi di pick up esistono?

Pick up per chitarra magnetici

I pick up per chitarra magnetici sono i più diffusi e i più famosi. Questi pick up sono formati da uno o più magneti costituiti da un filo di rame avvolto a spirale, che produce un piccolo campo magnetico. Alterando questo campo, le vibrazioni delle corde inducono una corrente elettrica che viene poi tradotta in suono dall’amplificatore. I pick up magnetici si distinguono in due principali tipologie: i single coil e gli humbucker.

I pick up single coil sono i pick up per chitarra più semplici, costituiti da un filo di rame avvolto intorno a una singola bobina. I single coil furono inventati negli anni Venti del Novecento da George Beauchamp, un chitarrista californiano che cercava un modo per amplificare elettricamente la chitarra acustica. Con l’aiuto finanziario di Adalph Rickenbacker, un ricco ingegnere interessato al progetto, Beauchamp arrivò al brevetto negli anni Trenta, producendo la celebre chitarra elettrica Frying Pan (“Padella”), un modello che ricordava proprio una padella da cucina. I due soci iniziarono a commercializzare i pick up single coil nel 1932.

I single coil si distinguono per un suono molto nitido e cristallino, ma hanno una sensibilità molto elevata a qualunque tipo di interferenza elettrica. Per questo motivo producono spesso un leggero rumore di fondo, noto come hum.

I pick up humbucker sono pick up per chitarra inventati proprio per risolvere il problema del ronzio. Il loro nome deriva dall’espressione “buck the hum”, che richiama proprio il concetto di annullamento del ronzio. Questi pick up sono costituiti da una doppia bobina che permette di annullare ogni interferenza, generando un suono molto diverso da quello dei single coil: più caldo, pastoso e corposo.

Sebbene prototipi di humbucker iniziano a vedere la luce già prima degli anni Cinquanta, l’invenzione di questi pick up per chitarra è attribuita alla Gibson Corporation, che montò questa componente rivoluzionaria su alcune delle prime chitarre Les Paul. Da allora, l’humbucker è sempre stato associato alla Gibson, nonostante sia usato anche da altri costruttori.

Pick up attivi e passivi

I pick up magnetici si possono distinguere in attivi e passivi. I passivi sono i più diffusi e si distinguono dagli attivi poiché non hanno bisogno di alimentazione elettrica supplementare; producono un suono più morbido e delicato, molto malleabile dal punto di vista dinamico. Al contrario, i pick up attivi devono essere sempre abbinati a una batteria da 9 Volt che alimenti il preamplificatore incorporato: una componente che permette a questi pick up per chitarra di produrre un suono più potente soprattutto in termini di gain e di sustain, privo di rumori di fondo, anche se caratterizzato da minori possibilità di controllo della dinamica.

Pick up per chitarra piezoelettrici

I pick up Piezo sono pick up per chitarra realizzati in materiali piezoelettrici, che hanno la proprietà di rilevare le variazioni di pressione prodotte delle corde e di convertirle in una differenza di potenziale elettromagnetico, che si traduce in un debole impulso elettrico. Il pregio maggiore di questa tecnologia è la sua pulizia: il piezo è infatti sensibile solamente alle vibrazioni della corda e non subisce interferenze elettromagnetiche. Questo tipo di pick up per chitarra viene generalmente usato sulle chitarre acustiche elettrificate, visto che la sensibilità delle tecnologie adottate è tale da catturare tutte le sfumature acustiche dello strumento acustico.

 

Stai cercando dei pick up per chitarra?

Visita la nostra sezione dedicata alle parti di ricambio per chitarra elettrica!

 

Commenti utenti
  • Carlo
    Carlo ha scritto il

    Salve, dato che l'ho visto (ma non ricordo il nome) volevo sapere come si chiamava il pick up per elettrica che riproduce il suono acustico. (Questo potrebbe essere attivo) e un passivo che si avvicina al suono caldo di una chiara acustica. Grazie Carlo

    Rispondi
  • iniziali
    Dampi.it (ivanZ) ha scritto il

    Ciao Carlo, allora dal reparto mi dicono che non esiste un Pick-up vero e proprio che adempie alla funzione da te indicata. Esiste un piezo che si adatta e che all'interno contiene un Pick-up che in qualche modo ha le caratteristiche da te indicate. In ogni caso per maggiori delucidazioni ti invito a scrivere ai nostri repartisti al seguente indirizzo e-mail [email protected] Buona Musica.

    Rispondi
scrivi un commento