0

Novità NAMM 2017: batterie

Anche nel mondo dei rullanti e delle bacchette, il NAMM 2017 ha rivelato una serie di novità piuttosto interessanti. Dagli update dei rullanti leggendari della Ludwig ai nuovi drumset Pearl, dalle edizioni limitate DW alle nuove serie di piatti Paiste e Zildjian, tutti i marchi più noti del settore hanno sfoderato piccole e grandi chicche per salutare il nuovo anno. Vediamo le principali.

 

Ludwig: rullanti nuovi e leggendari

Abbiamo già anticipato nei giorni precedenti una delle novità più interessanti firmate Ludwig, ovvero una nuova versione del leggendario Black Beauty, con fusto profondo 8’’. Il risultato di questo aggiornamento è un suono più profondo e penetrante che mai, degno della grande storia di questo strumento.

Al NAMM 2017 la Ludwig ha anche presentato la nuova Standard Maple, una serie di rullanti che uniscono qualità del suono e dei materiali con un prezzo accessibile. La serie include anche due edizioni limitate: la Mojave Cherry e la Black Flame, che incarnano tutta la qualità e le caratteristiche delle migliori serie artigianali Ludwig.

Pearl: nuove combinazioni

Dopo due anni di ricerca in collaborazione con artisti professionisti, la Pearl ha presentato al NAMM 2017 le Sonic-Select Shell Recipes, una serie di drumset che combinano in modo unico e mirato le caratteristiche dei drum Masterworks, allo scopo di creare alchimie inconfondibili. Ecco così nascere la STUDIO, combinazione che unisce un’ottima proiezione nelle medie frequenze a bassi sostenuti; la HERITAGE, unione di mogano e acero, che svetta per i bassi potenti con sustain eccezionale; la URBAN, ibrido di betulla, resina e acero, che presenta una voce potente e vibrante in tutte le frequenze; anche se è la STADIUM, combinazione pensata per gli stili più heavy, a esibire la potenza maggiore. Conclude la serie la MODERN DRY, dal suono più secco e leggero, ideale per ritmi più articolati.

 

 

DW: i suoni di Stradivari

Con il suo nuovo Limited Edition Collector’s Series 45th Anniversary, la DW lancia un drumset più unico che raro. Sotto allo strato in platano europeo, il cuore dei fusti è infatti realizzato con il legno degli abeti norvegesi provenienti dalla foresta di Panaveggio, nelle Dolomiti, dove lo stesso Stradivari si procurava il legno per i propri strumenti. Un legno che a pochi è concesso utilizzare: la DW è l’unico produttore che negli ultimi anni ha ottenuto questo privilegio, creando questa serie limitata che conta soltanto 145 esemplari. Il suono si promette vibrante e profondo, ricco di armonici come pochi sul mercato.

 

 

Paiste: la nuova Serie 900

Entriamo nel mondo dei piatti con la nuova Serie 900 della Paiste, realizzata con la lega “bronzo 2002” già usata dalla compagnia in strumenti ormai storici (la lega contiene una percentuale dell’8% di stagno su una base in rame). Il suono leggermente scuro di questi piatti è dovuto a una finitura aggiuntiva, che regala anche il caratteristico aspetto brunito. Il prezzo è accessibile.

 

 

Zildjian: K Custom Special Dry Collection

Per venire incontro alle esigenze, sempre più sentite, di un suono secco e netto, la Zildjian si è convinta a presentare al NAMM la nuova K Custom Special Dry Collection, collezione di piatti ultra-thin dalla forma particolare e dal suono estremamente asciutto, con un attacco e uno smorzamento molto rapidi. La serie Special Dry include piatti di tipo Ride, Crash e Hi-Hat, tutti realizzati con un processo di martellatura in tre step, pensato per conferire la massima sottigliezza alle lamine di metallo.

 

 

scrivi un commento