0

Cuffie da studio e non... le principali differenze

Esistono differenti tipologie di cuffie: da studio, da dj, da ascolto, da sportivi... ognuna soddisfa i desideri degli audiofili più incalliti…

La musica in questi ultimi 40 anni è arrivata ovunque… passando dagli studi di registrazione, alle discoteche, alle audiocassette, agli mp3 ed infine ai portali di streaming musicale.

Sin dagli anni Ottanta con i primi walkman o passando dall’intuizione Ipod di Steve Jobs ('’Ti metterò la musica in tasca."), fino all’odierna generazione di ''nativi digitali'' toccando gli estremismi degli ‘’snombies” (smartphone zombies), gli strumenti per riprodurre musica e le cuffie hanno cambiato il metodo di fruizione musicale influenzando anche il contesto culturale/sociologico.

Esistono infatti, differenti tipologie di cuffie: da studio, da dj, da ascolto, da sportivi, che i loro diversi aspetti tecnici soddisfano i desideri degli audiofili più incalliti…

Occorre fare la distinzione di categoria fra cuffie (headphones da indossare ''sulla testa'') e cuffie auricolari (earphones che vanno posizionate nella cavità auricolare, esternamente nel padiglione o direttamente nel condotto uditivo).

La sensibilità dell'udito e la percezione del suono (solitamente nostro orecchio percepisce un range che va dai 20Hz ai 20kHz) sono variabili da una persona all'altra.

La scelta delle cuffie, sia che tu sia dj o fonico o musicista o altro, quindi rappresenta un momento cruciale ed un risultato soddisfacente sarà dovuto alla somma di diversi fattori quali: specifiche, materiali, prezzo e non ultimo anche caratteristiche puramente estetiche.

Cuffie sovraurali o cuffie circumaurali

Le cuffie sovraurali sono ideate per appoggiarsi sopra il padiglione auricolare, mentre le circumaurali, più voluminose e più pesanti, avvolgono appoggiandosi sulla testa con l’imbottitura. La differenza sostanziale è nel peso (più portatili e leggere le sovraurali) e nell’isolamento da e verso l’esterno (decisamente superiore nelle cuffie circumaurali).

Cuffie aperte cuffie chiuse

Le Cuffie aperte hanno il retro dei padiglioni aperto, consentendo al suono dell’ambiente di passare e a quello prodotto dai driver di uscire creando così un risultato che darà una sensazione di maggior naturalezza, più simile a quella dell’ascolto tramite altoparlanti.

Le cuffie chiuse, invece, isolano le orecchie dall’esterno e limitando la fuoriuscita del suono in senso opposto. Questa caratteristica le rende particolarmente adatte all’utilizzo in sala di registrazione, in ambienti rumorosi e in situazioni in cui è necessario avere un ambiente privo di interferenze sonore esterne.

Ecco alcuni esempi:

AKG cuffia sovraurale semi aperta

AKG K121 CUFFIA SEMI APERTA

Yamaha HP150B cuffia sovraurale aperta da ascolto

YAMAHA HPH 150B CUFFIA DA ASCOLTO APERTA

Yamaha HPH-MT7 cuffia circumaurale chiusa

Yamaha HPH-MT7 cuffia circumaurale chiusa

Sennheiser HD7 cuffia circumaurale chiusa

Sennheiser HD7 cuffia circumaurale chiusa

 

Utilizzi delle cuffie da studio

Vengono utilizzate dai musicisti per andare a tempo senza interferenze. Cantanti e speakers radiofonici le prediligono, invece, per ascoltare le basi o monitorarsi per tenere l' intonazione.

Contrariamente alla cuffia da dj (che deve necessariamente spingere sulle frequenze medio basse aiutando a percepire meglio il colpo del kick ritmico) queste cuffia, usata in studio o a casa per registrare e produrre dovrà essere scelta valutando tra quei modelli che offrono un'alta impedenza.

Fattori importanti nella scelta delle cuffie da studio sono anche la risposta in frequenza lineare, la solidità meccanica e l' isolamento acustico (valutata anche dalla struttura del padiglione). Vi ricordiamo, infine, che indossare le cuffie potrebbe stancare molto rapidamente l'orecchio.

Anche solo dopo pochi minuti di utilizzo a volume sostenuto, infatti, l'ascoltatore più allenato sente ridurre la sensibilità verso le medie-alte frequenze. Per questo vi consigliamo di concedervi un piccolo break nelle giornate full immersion in studio di registrazione, per ricominciare così con un'impressione timbrica decisamente migliore.

Ecco altri 2 modelli di cuffie da studio chiuse

Beyer Dynamic cuffia da studio chiusa

Beyer Dynamic cuffia da studio chiusa

Sony MDR-506 cuffia da studio chiusa

Sony MDR-506 cuffia da studio chiusa

scrivi un commento