Chitarre Elettriche Fender : 3 modelli a confronto

Stratocaster, Telecaster e Vintera finalmente a confronto

di Marco Brena

Un Pò di Storia

Da quando è stato fondato nel 1946 da Leo Fender, il marchio Fender è stato identificato come sinonimo di chitarra; “LA” chitarra che ormai porta il disegno della chitarra più venduta e più copiata della storia: la Stratocaster. Certamente nessuno nel ’46 si sarebbe immaginato una conquista di questo genere, tant’è che i design di Stratocaster e Telecaster sono tra i più copiati per la produzione di chitarre economiche, entry-level o comunque a basso costo. Nulla a che vedere con le chitarre originali che non si sono certo fermate nel tempo ma hanno seguito l’evoluzione sia tecnologica sia dei materiali per proporre sempre chitarre innovative e all’avanguardia.

Stratocaster: una leggenda che rimane una solida realtà

Potrei spendere settimane o magari scrivere un romanzo per parlarvi di tutte le versioni di Stratocaster prodotte da Fender dal 1954, anno della prima produzione, ad oggi. Anche perché io pure sono un felice possessore di una Stratocaster American Standard del 1992. E proprio per esperienza personale posso confermare la straordinaria duttilità di questo strumento che ho customizzato all’estremo. Ma usciamo dalla sfera personale e torniamo al catalogo fender che vede un’ampia selezione di strato con pick-up ad avvolgimento singolo, humbucker, mini humbucker, magneti singoli, a lama e chissà quante altre diavolerie che fanno sognare noi musicisti.

fender-american-professional-II

Scopri tutte le Fender American professional II Stratocaster su dampi.it

Ho scelto, quindi, questa AMERICAN PROFESSIONAL II STRATOCASTER® color Dark Night che rappresenta egregiamente, a mio parere, l’unione della tradizione e l’innovazione. Corpo in Ontano, suono bilanciato e adatto a molti generi, manico e tastiera in Acero e profilo moderno a C profonda che, dato il ridotto spessore, ben si adatta a qualsiasi stile esecutivo, dal blues allo shred.  Pick-up migliorati ad avvolgimento singolo V-Mod che danno quel suono caldo e brillante tipico della strato ma diminuendo incredibilmente il rumore di fondo che è il tipico difetto dei single-coil. L’elettronica evoluta che può aggiungere il pick-up al manico sulle posizioni 1 e 2, il ponte del tremolo e le meccaniche moderne e stabili nell’accordatura fanno di questa chitarra un autentico gioiellino che non mancherà certo di ispirarvi.

Telecaster: un ottimo mix di stili e suoni

La storia assegna alla Fender Telecaster il titolo di “prima chitarra solid-body prodotta in serie”, eravamo all’inizio degli anni 50 e la chitarra elettrica era ancora un esperimento non sempre ben riuscito. Ma Leo Fender creò un altro capolavoro creando la seconda chitarra più copiata di sempre. Country, blues, rock e molto altro, la Telecaster si distingue subito per la presenza di 2 soli pick-up a bobina singola ed il ponte fisso. Anche in questo caso sono stati prodotti talmente tanti modelli e varianti che impiegherei almeno un giorno solo per nominarli. Ne ho quindi scelta una, iconica e molto amata da tutti noi ascoltatori.

fender telecaster

Scopri tutta le Fender Telecaster su dampi.it

Ecco quindi la Telecaster con cui Jimmy Page iniziò l’avventura dei Led Zeppelin, portandoli al successo planetario che ben conosciamo. La Telecaster Fender Jimmy Page è un omaggio a quella chitarra, che vide la luce nella sua finitura laccata White Blonde di serie per poi diventare la “chitarra specchio”, prima di assumere la sua forma finale: un magico ed esclusivo strumento verniciato a mano dallo stesso Page. Corpo in frassino in due pezzi, manico in acero e tastiera in palissandro, riproduce le esatte forme e lo stile della chitarra originale unite alla moderna tecnica di produzione di pick-up e meccaniche che la rende ancora una volta una chitarra d’avanguardia.

Vintera: non solo una chitarra

Esattamente, La Vintera non è una nuova chitarra di casa Fender ma una nuova serie di chitarre che ripropone le chitarre costruite nel periodo ’50 ’60 ’70 del secolo scorso. Per dirla tutta, la serie Vintera si suddivide in due sottoserie: Vintage che ripropone l’identico modello prodotto però con la tecnologia e la precisione delle attrezzature moderne, Vintage Modified che migliora le predette chitarre con accorgimenti e cablaggi moderni. Due sono in genere i miglioramenti sulla serie Modified: il manico che diventa più stretto e una tastiera più morbida che permette ogni tipo di tecnica, e l’elettronica a partire da pick-up migliorati fino alla maggiore disponibilità di differenti collegamenti tra pick-up usando switch aggiuntivi.

fender vintera

Scopri tutta le Fender Vintera su dampi.it

Verso il futuro

Io, personalmente, mi sono innamorato della stratocaster quando avevo 8 anni e la vidi in mano al grandissimo Ritchie Blackmore e quindi sono di parte nell’effettuare una scelta. Ma in fondo, perché scegliere? Qui c’è un intero universo da scoprire.

Vai al marchio Fender su dampi.it

scrivi un commento