0

Amplificatore per chitarra: la guida completa Dampi

Stai cercando un amplificatore per chitarra ma non sai bene quale scegliere? Oppure, semplicemente, cerchi una guida completa che ti dia tutte le informazioni essenziali, alcuni consigli e una panoramica completa sul mondo degli amplificatori? In entrambi i casi, sei nel posto giusto: la guida firmata Dampi è pensata proprio per spiegare tutto quello che occorre sapere sugli amplificatori per chitarra.

Un amplificatore per chitarra è un dispositivo progettato per processare il segnale elettrico prodotto dai pick up di una chitarra e trasformarlo in suono, amplificandolo a un volume udibile tramite l’ausilio di altoparlanti. A seconda della tipologia di amplificatore, il suono può anche essere arricchito di effetti particolari.

Naturalmente, nella galassia degli amplificatori, non esistono soltanto prodotti che funzionano tramite connessione ai pick up. Gli amplificatori per chitarra includono anche modelli per strumenti acustici e classici non elettrificati, che funzionano tramite connessione a microfono.

Amplificatore chitarra: come funziona

Un amplificatore per chitarra è composto da tre elementi principali:

  1. Un preamplificatore: la funzione principale di questa componente è quella di aumentare il gain del segnale sonoro proveniente dalla fonte, aumentandone il volume. È tramite il preamplificatore che il suono si colora dei suoi timbri caratteristici.
     
  2. Un finale di potenza: composto da valvole o da transistor a seconda del modello, il finale di potenza ha lo scopo principale di adattare le caratteristiche del segnale elettrico in entrata a quelle dei successivi altoparlanti, fornendo potenza elettrica al segnale stesso.
     
  3. Degli altoparlanti: attraverso gli altoparlanti il segnale elettrico viene convertito in onde sonore.

 

A seconda della configurazione in cui queste componenti sono assemblate, è già possibile operare una prima classificazione degli amplificatori per chitarra:

  • Amplificatori Combo: in questo amplificatore, i tre componenti sono montati in un unico corpo. Il vantaggio indubbio di questa soluzione è lo scarso ingombro, anche se il rischio è un peso eccessivo.
     
  • Amplificatori Testata e Cassa, o Stack: in questa tipologia, preamplificatore e finale di potenza sono montati in una sola unità, mentre la testata con gli altoparlanti è separata. Questi amplificatori garantiscono un suono di eccellente qualità, anche se ovviamente occupano più spazio dei modelli Combo.
     
  • Amplificatori Rack: negli amplificatori per chitarra di questo tipo, tutte e tre le componenti sono montate in unità distinte. Questo li rende ideali per tecnici esperti, in grado di giocare con le diverse combinazioni tra le componenti per plasmare sonorità differenti.
     
  • Amplificatori Stomp Amp: si tratta di amplificatori estremamente piccoli, da connettere a terra, che integrano le funzioni del preamplificatore e del finale di potenza. Per funzionare necessitano di collegamento a una testata. I vantaggi di questi amplificatori sono leggerezza, trasportabilità, ingombro praticamente nullo, ma il suono non ha lo stesso fascino di quello prodotto dagli amplificatori tradizionali.


Una testata Vox, la AC30CH

 


lo sconto è valido per nuovi clienti e ordini sopra i 50,00 € entro il 30.06.2018

 

Tipi di amplificatori per chitarra

Negli amplificatori per chitarra, così come in ogni tipo di amplificatore, ciascuna delle componenti che abbiamo visto può essere realizzata con diverse tecnologie. Ogni tecnologia dà origine a una differente tipologia di amplificatore, con il proprio suono caratteristico, i propri pregi e le proprie debolezze. Entriamo nel dettaglio:

Amplificatore chitarra valvolare

Gli amplificatori valvolari sono la prima tipologia di amplificatore inventata, e si basano sulla capacità delle valvole termoioniche di amplificare attivamente la potenza del segnale in entrata. Questo tipo di valvole si trova sia nel preamplificatore che nel finale di potenza e genera un suono caratteristico molto caldo, morbido, di qualità elevata e considerato ancora oggi il migliore per quasi tutte le situazioni.

Gli svantaggi di un amplificatore per chitarra valvolare risiedono invece negli ingombri maggiori, nella delicatezza della tecnologia e nei prezzi, generalmente più alti rispetto agli altri modelli.

 

Un Marshall JVM215C, un Combo valvolare da 40 Watt

 

Amplificatore chitarra a transistor

Questo tipo di amplificatore si serve della tecnologia dei transistor bipolari, uno strumento di amplificazione che si basa su materiali semiconduttori e che fornisce una valida alternativa alle valvole. Gli amplificatori a transistor distorcono meno il suono in entrata e risultano quindi più fedeli nel riprodurre la timbrica originaria; sono anche più economici, meno ingombranti e meno delicati degli amplificatori valvolari, anche se il loro suono, talvolta aspro, non riceve sempre gli stessi apprezzamenti.

 

Un Vox Pathfinder 10, un piccolo Combo a transistor da 10 Watt

 

 

Amplificatore chitarra digitale

Introdotti negli ultimi anni, gli amplificatori digitali sono progettati per convertire il segnale in entrata da elettronico a digitale. La conversione permette di integrare lo strumento in ambienti digitali di ogni genere e rende estremamente semplice applicare effetti di ogni tipo, simulandoli digitalmente.

Un Vox VT100X digitale

 

 

Prima di scendere nello specifico dei modelli consigliati per ogni tipo di chitarra, riassumiamo la panoramica generale in una tabella con tutti i vantaggi e gli svantaggi di ogni tipo di amplificatore:

TIPO DI AMPLIFICATORE

VANTAGGI

SVANTAGGI

Combo

scarso ingombro

peso eccessivo

Stack

suono di alta qualità

ingombro

Rack

molteplici combinazioni

ingombro, complessità

Stomp Amp

leggerezza, ingombro nullo

suono meno caratteristico

Valvolare

alta qualità del suono

prezzo, ingombro, delicatezza

Transistor

prezzo, ingombro, delicatezza

qualità del suono inferiore

Digitale

versatilità, ingombro, peso

qualità del suono inferiore

 

Amplificatore chitarra elettrica

Gli amplificatori per chitarra elettrica sono indubbiamente i modelli di ampli più diffusi. Attualmente esistono in commercio prodotti appartenenti a ognuna delle tipologie che abbiamo visto, di molteplici marche, tanto che spesso non resta che l’imbarazzo della scelta. Come orientarsi in un’offerta tanto ampia? Vediamo alcuni consigli:

Amplificatore chitarra elettrica: consigli

La scelta del migliore amplificatore per chitarra elettrica dipende sia dal tuo grado di esperienza che dalle tue abitudini di esecuzione: un conto è se suoni in casa, un altro conto è se suoni in gruppo o anche in concerto. Vediamo i consigli più ragionevoli da seguire:

  1. Scegli un amplificatore con potenza compatibile con il volume a cui suonerai effettivamente: è inutile spendere cifre elevate per un amplificatore molto potente se poi dovrai suonare solo in casa. Inoltre, gli amplificatori valvolari regalano un suono migliore quanto più giungono a saturazione, quindi è meglio prenderne uno meno potente che puoi portare a saturazione, piuttosto che uno molto potente che non potrai mai suonare a pieno volume. Se devi suonare soltanto in casa, puoi tranquillamente permetterti un amplificatore per chitarra elettrica di potenza tra i 10 e i 20 Watt.
     
  2. Loop degli effetti o effetti integrati? Con il loop degli effetti è possibile collegare all’amplificatore eventuali effetti esterni, mentre gli effetti integrati permettono di avere tutto quanto incorporato in un solo dispositivo. La prima soluzione aumenta gli ingombri e la quantità di materiale da trasportare, ma garantisce la massima flessibilità; viceversa la seconda. Anche in questo caso la valutazione finale è soggettiva e dipende dalle tue esigenze specifiche.
     
  3. Scegli un tipo di amplificatore compatibile con il tuo livello di esperienza: come abbiamo visto, gli amplificatori Rack, per esempio, garantiscono tantissime possibilità ma sono difficili da usare e configurare correttamente. Se hai poca esperienza, meglio puntare su un Combo o su uno Stomp Amp, che sono tra i più facili da usare.
     
  4. Valuta gli ingombri e il peso: soprattutto se devi portare l’amplificatore in giro spesso, magari per concerti o sessioni di studio con gli amici, è meglio scegliere modelli poco ingombranti e soprattutto leggeri.
     
  5. Uscita per collegare le cuffie: un dettaglio che ci sentiamo di consigliarti perché molto importante. Ti permetterà di suonare e di studiare a ogni ora del giorno, senza disturbare i vicini.

Nella foto tre mini ampli per chitarra elettrica della Marshall: il MS-2C, MS-2R e MS-2

 

Amplificatore chitarra acustica

Per amplificare la chitarra acustica si possono utilizzare diversi metodi: i due principali consistono nell’applicare degli appositi pick up per strumento acustico, chiamati piezoelettrici, oppure inserire nella chitarra dei piccoli microfoni a condensatore. Alcuni modelli di chitarra acustica sono già dotati di sistema elettrico per collegare lo strumento direttamente all’ampli. Di seguito i nostri consigli per scegliere i migliori amplificatori per chitarra acustica.

Amplificatore chitarra acustica: consigli

Poiché gli amplificatori per chitarra acustica vengono utilizzati prevalentemente fuori casa, salvo rare eccezioni, la maggior parte dei modelli si sono evoluti con caratteristiche ideali per il trasporto, come la leggerezza e la compattezza. Queste caratteristiche sono tra le prime da valutare quando si sceglie un amplificatore per acustica, ma non bisogna dimenticarsi di seguire anche questi consigli:

  1. Verifica che gli ingressi dell’amplificatore siano compatibili con il tipo di amplificazione che utilizzi per la tua chitarra. Se usi un microfono, controlla che vi sia l’ingresso dedicato, e lo stesso vale per eventuali canali di input per pick up.
     
  2. Riproduzione fedele del suono: la distorsione non dovrebbe essere una caratteristica di base di un amplificatore per chitarra acustica. Controlla che il modello che scegli riproduca il suono del tuo strumento nel modo più fedele possibile.
     
  3. Effetti integrati o loop effetti? Se vuoi aggiungere effetti al tuo suono, verifica che l’amplificatore sia dotato di effetti integrati o del loop effetti per connettere eventuali dispositivi esterni. Come abbiamo visto per la chitarra elettrica, il loop effetti garantisce maggiore versatilità ma moltiplica i dispositivi che devi portare con te.
     
  4. Controlli anti-feedback: essenziali per tenere sotto controllo il fastidioso effetto di feedback che può prodursi in ambienti chiusi.

 

 

Nella foto, tre modelli di amplificatori per chitarra acustica Acus, appartenenti alla serie Onefor

 

Amplificatore chitarra classica

Per la chitarra classica si utilizzano gli stessi amplificatori validi per la chitarra acustica. Il principio di amplificazione degli strumenti classici è infatti identico a quello delle chitarre acustiche: si può utilizzare un microfono a condensatore da collegare all’amplificatore, o montare direttamente dei pick up piezoelettrici alla chitarra, trasformandola in uno strumento elettrificato vero e proprio.

 

Amplificatore chitarra: marche principali

Passiamo alla terza parte della guida: in questa sezione scopriamo le principali marche di amplificatori per chitarra, valutando pregi e difetti e proponendoti un consiglio di acquisto per ciascuna di esse, in base alle migliori disponibilità presenti nel magazzino Dampi.

Amplificatore chitarra Marshall

La Marshall è uno dei marchi più famosi di amplificatori per chitarra, nota per avere amplificato il suono di alcuni dei musicisti più leggendari della storia, come ad esempio Jimi Hendrix, solo per citarne uno. Gli amplificatori per chitarra Marshall garantiscono ottima qualità a prezzi accessibili, proponendo una gamma di modelli adatti sia ai musicisti entry-level che ai professionisti più esigenti. Puoi vedere a questo link tutti gli amplificatori Marshall presenti su Dampi.

Della Marshall ti proponiamo l’amplificatore CODE 25 Combo Digital, un Combo digitale scontato a € 229,00 con innumerevoli effetti incorporati e una potenza pari a 25 Watt, che ti permetterà di suonare in ogni contesto. Grazie alla sua natura digitale, infatti, anche un’esecuzione a volume più basso non toglie qualità al suono.

Amplificatore chitarra Yamaha

La Yamaha è marchio noto per la produzione di amplificatori per chitarra di elevata qualità che, anche se mediamente più costosi di quelli di altri marchi, garantiscono sempre performance notevoli e grandi vantaggi. Gli amplificatori Yamaha presenti su Dampi sono modelli Combo da scrivania che uniscono la potenza alla compattezza, come il THR10C, un gioiellino ad altissima fedeltà ideale per le esecuzioni casalinghe o con amici, grazie alla sua potenza di 10 Watt. Prezzo: € 342,00.

 

Amplificatore chitarra Vox

Anche la Vox è uno dei marchi più gettonati nel mondo dell’amplificazione per chitarra. Questo brand offre una gamma di prodotti amplissima, con modelli per ogni budget e per ogni esigenza. Puoi vedere a questo link tutti gli amplificatori per chitarra Vox presenti su Dampi.

Lanciato da pochi mesi e fin da subito salutato come un “piccolo mostro” di potenza e qualità, il Vox MV50 è una testa che regala una potenza di 50 Watt e che simula in modo estremamente fedele il suono caldo e cremoso degli amplificatori valvolari. Disponibile in sconto a € 239,00.

 

 

 

Amplificatore chitarra Fender

Il leggendario costruttore di chitarre elettriche offre un universo di qualità e di proposte anche nel settore dell’amplificazione, con una gamma di amplificatori per chitarra elettrica variegata e adatta a ogni portafoglio.

Della Fender ti proponiamo un valvolare di alta fascia, un HOT ROD deville nero che regala tutta la pienezza e la brillantezza senza tempo del suono valvolare Fender, ideale per esecuzioni potenti anche all’aperto. Prezzo: € 1129,00.

 

 

 

 

Amplificatori chitarra italiani

Per chi vuole acquistare Made In Italy, gli amplificatori per chitarra più noti si dividono tra due marchi: Eko e Acus: per la prima Dampi ha in magazzino una serie di amplificatori per chitarra elettrica, mentre la Acus è nota per produrre amplificatori per chitarra acustica di alta qualità e dal design curato in ogni dettaglio, immediatamente riconoscibile per l’uso dei toni del legno naturale.

Della Eko ti proponiamo un modello di amplificatore Combo a transistor, caratterizzato da un ottimo rapporto qualità prezzo: è il V 25R, un amplificatore da 25 Watt leggero e facilmente trasportabile, con incorporato un effetto di riverbero a molla. Questo amplificatore è apprezzato soprattutto per la qualità timbrica e la flessibilità. Prezzo: € 139,00.

 

Della Acus ti presentiamo l’amplificatore Simon 5T della serie Onefor, disponibile al prezzo di € 580,00. Compatto e versatile, questo amplificatore permette l’utilizzo contemporaneo di chitarra e microfono, possiede un woofer da 40 Watt e un Tweeter da 10 Watt che garantiscono bassi e acuti bilanciati e potenti.

 

Amplificatore chitarra portatile

Se stai cercando un amplificatore per chitarra portatile, su Dampi puoi trovare modelli sia per chitarra elettrica che per chitarra acustica.

Per la chitarra elettrica ti presentiamo il Micro Spider della LINE6, un piccolo ampli a batterie che è progettato per seguirti ovunque con discrezione e ingombri bassissimi. Questo amplificatore offre anche un simulatore di chitarra acustica ed è perfetto per lo studio in cuffia. Prezzo: € 119,00.

 

 

 

Per la chitarra acustica torniamo su uno dei modelli da scrivania della Yamaha, il THR5A, un amplificatore per chitarra portatile che ti offre tutto quello che ti serve in una compattezza incredibile. Dotato delle ultime tecnologie di modellamento del suono Yamaha, questo amplificatore portatile regala suoni di alta qualità e notevole fedeltà. Prezzo: € 229,00.

 

 

Con questi modelli chiudiamo la panoramica sugli amplificatori per chitarra. Ci auguriamo di avere risposto a tutti i tuoi dubbi e alle tue domande, e di averti dato suggerimenti utili ad acquistare l’ampli più giusto per le tue necessità. Facci sapere come è andata nei commenti!

 


lo sconto è valido per nuovi clienti e ordini sopra i 50,00 € entro il 30.06.2018

Commenti utenti
  • Antknio
    Antknio ha scritto il

    Salve. Sono un Soddisfatto possessore di un BOSS "KATANA 50" D I G I T A L E T O T A L E Ho poi un FENDER "FM65R" (che sto cercando di vendere)... Il mio quesito: chi mi sa dire se col Boss che possiedo è compatibile l'uso di EFFETTI ESTERNI, da usare in modo "classico"? Non è presente il "Send & Return"! E se si solo Effetti Digitali? Oppure anche i classici analogici? Col Katana si può collegare un PC e usare un software BOSS con 55 effetti "extra"! Peccato che questo è possibile con dispositivi (pc) WINDOWS 7/8/10 o MAC. Per me non possibile con WIN XP. Attendo una Gradita Vs Risposta. Grazie

    Rispondi
  • Antonio
    Antonio ha scritto il

    Ma posso collegare la mia stratocaster a una multieffetti digitale Fender MUSTANG FLOOR e questa "amplificare" su amplificatore "all digital" Boss KATANA50? Questo BOSS non ha il "Send & Return".....ha 5 Canali: ACOUSTIC CLEAN CROUNCH LEAD BROWN (dal Brown Waza) Secondo Voi è fattibile? Rischio di "rompere" qualcosa? Il "sound" sarebbe Peggiorato? Vi Ringrazio

    Rispondi
  • HEROS BY DAMPI
    HEROS BY DAMPI ha scritto il

    Ciao, è certamente possibile collegare la pedaliera Mustang Floor ad un ampli digitale. Il consiglio di base è quello di lasciare l’ampli sul canale clean. Sicuramente sommare 2 apparecchi digitali non ti farà ottenere il massimo della qualità timbrica ma se stai attento alla regolazione dell’ampli (lasciando una eq flat) puoi ottenere qualcosa di buono! Heros

    Rispondi
scrivi un commento